Chi sono e consigli al Viaggiatore

Alessandro
Fondatore

Mi chiamo Alessandro e sono il fondatore di questo sito web, realizzato per il solo pubblico italiano in visita a Praga e dintorni. Classe 82, nasco ad Alghero in un venerdì stranamente caldo per il mese invernale. Ho avuto la fortuna di crescere all'interno di un contesto turistico, in quanto la mia famiglia lavorava in un villaggio turistico sul mare. È dunque facile indendere, come io possa oggi fare questo mestiere... ed invece no! Perché più o meno a 18 anni, lascio il mondo del Turismo e mi arruolo, per vivere esperienze nuove. Tra un giro in barca, un lancio con il Paracadute e una passeggiata con la Jeep (ovviamente nulla di così romantico, ma non volevo annoiarvi...) riesco anche a studiare e ad iscrivermi all'Università (con i miei tempi da lavoratore).

Ecco scoppiare la scintilla! Mollo tutto (si hai capito bene), dopo oltre 15 anni di servizio, quando mi attendeva solo la pensione sicura e senza troppa fatica, lascio il posto fisso! Seguo la mia passione: la storia e la sua divulgazione. Approdo a Praga per vari motivi e qui mi innamoro. Inizialmente lavo i piatti e suono in un'Orchestrina Jazz (già, dimenticavo di dirti che sono un Trombonista per diletto...) per imparare la lingua ceca e, racimolare qualche soldo. Ma nella mia testa l'obiettivo era ben chiaro: lavorare con le persone felici e in vacanza.

Eccomi qui allora (vi risparmio un po di passaggi), realizzo www.guidapraga.it ed inizio ad allargare il mio Team. Insegno a nuovi immigrati questo mestiere (che non si impara sui libri) e con alcuni di questi, oggi vi propongo quelli che io chiamo "viaggi culturali tra amici e in relax" - ma che però devo vendere sotto il nomignolo troppo semplificativo di: Tour.

Di cosa mi occupo oggi? Sono un Operatore Turistico, un'organizzatore di eventi culturali, una Guida Turistica e a partire dal 2021, mi occupo di Viaggi e divulgazione Storica Digitale.

Quindi, come avrai capito, sappi che avrai a disposizione tutta la passione che una persona può mettere nel proprio lavoro, vedrai la città con altri occhi e, ti porterai a casa ricordi unici (che polvere non intacca e ladro non ruberà: perché per sempre nella tua memoria).

Guida al Viaggiatore

Sarò breve, nel dirti che, il viaggio lo hai pagato tu e non i tuoi follower, dunque prima di scattare una foto e di osservare ciò che ti mostrerò, dietro un Medium (il tuo smartphone), aspetta di osservarlo, capirlo e di avvertire qualche emozione. Vogliamo rubare la bellezza delle cose, dimenticando che questa non può essere portata via e, nessuno scatto potrà mai spiegare l'emozione di viverlo dal vivo. Dico sempre ai miei nuovi amici viaggiatori: arriviamo, spegazione e poi le foto! Si lo so, sembro un bacchettone, ma così non è te l'assicuro. Mi dispiace solo per molti giovani e non (lo ripeto spesso a mia madre...) che il Digitale utilizzi loro e non invece il contrio: siamo noi che dobbiamo utilizzare il digitale per aumentare l'esperienza.

Il gotico non ha bisogno di filtri, il barocco è già sfarzoso di suo, l'Art Nouveau ti può insegnare ad amare, ma devi solo ascoltarli per poter palpare ed abbracciare queste emozioni.

PS: vivi il viaggio, e pubblica le tue foto dopo il tuo rientro e non fare sapere ai ladri che non sei a casa durante quel weekend "capisci a me..." Scherzo eh.